I voli delicati delle farfalle e il prezioso, laborioso ronzio delle api sui fiori di giardino e terrazzo sono indice di un ambiente sano e pulito che sa accogliere e tutelare la biodiversità.

Il crescente consumo globale di risorse, l’inquinamento urbano, l’agricoltura intensiva e la deforestazione hanno conseguenze molto negative sulla diversità biologica, in giardino e in terrazzo si può fare qualcosa per migliorare la situazione e veder rapidamente dei concreti risultati. Veder volare farfalle colorate sui fiori di vasi e aiuole è una grande soddisfazione; le visite delle api sono altrettanto affascinanti e utilissime per proteggere questi insetti impollinatori, senza i quali moltissime piante non riescono a produrre frutti e a moltiplicarsi.

Aiuole e vasi con fiori amati dalle farfalle
Per arricchire il balcone, il terrazzo e il giardino con i voli delle farfalle, ci vogliono fiori che le attirano con i colori e i profumi, come la buddleja, che forma belle pannocchie di fiorellini dal gradevole profumo di miele. Anche il richiamo olfattivo e cromatico di altre piante come lavanda, rosmarino, origano, timo, santolina, verbena, maggiorana e menta sono un aiuto per invitare le farfalle: la loro presenza è segnale di preziosa biodiversità, con esiti positivi e per l’equilibrio ecologico dell’ambiente.

Le piante per offrire polline alle api e altri insetti utili
Senza le api e altri insetti impollinatori, non avremmo frutti e quindi neppure i semi che rigenerano la vita naturale. In balcone e in ogni spazio verde non dovrebbero mancare le piante che attirano le api. I fiori delle aromatiche sono particolarmente attrattivi (lavanda, rosmarino, salvia, origano, timo…). Ottimi anche borragine, santolina, scabiosa. Inoltre non dovrebbero mancare arbusti come lillà, ligustro, agrifoglio, cotoneaster, lagestroemia… Non dimenticate di offrire anche fiori che sbocciano a fine inverno, come la mahonia, utile per attirare le prime api esploratrici che escono dall’alveare e hanno bisogno di trovare fiori ricchi di polline a loro gradito, in un periodo dell’anno in cui ancora ce ne sono pochi.

Estate e autunno ricchi di voli e di ronzio
In estate e autunno sono numerose le piante adatte ad attirare api e farfalle, fra queste ci sono la bella lantana dai fiori colorati, gli aster, i sedum da fiore che sbocciano nella seconda parte dell’estate. Ottimi anche i tagete, l’echinacea (molto gradita alle farfalle), i girasoli, l’achillea, i topinambur che sbocciano in settembre e i crisantemi, che con la loro fioritura tardiva soddisfano le api prima del loro riposo invernale.

Il consiglio degli esperti GESAL
• Per restare vigorosi e quindi attirare meglio api e farfalle i fiori vanno irrigati con regolarità, evitando sbalzi da terreno inaridito a terreno fradicio (il substrato deve rimanere leggermente umido), evitando anche l’acqua troppo fredda sul terriccio bollente per l’esposizione al sole; meglio irrigare di sera o di mattina presto, unendo Gesal concime liquido per piante da fiore ogni 8-10 giorni fino all’autunno.
• Arricchite il balcone e le aiuole con piante aromatiche, preziose per attirare api e farfalle e anche per allontanare le zanzare, oltre che utilissime per cucinare in modo sano e saporito; vanno coltivate utilizzando Gesal Terriccio per Piante aromatiche, la cui composizione risponde egregiamente alle loro esigenze.

Per ogni dubbio o quesito, Gesal può aiutarti: consulta ora i nostri esperti!

Lascia il tuo commento