Le superstar della stagione

Ciclamini, eriche, cavoli ornamentali, crisantemi e altre piante preziose per comporre vasi e ciotole rallegrando balcone e giardino fino ai geli

L’autunno è un momento splendido per balconi e giardini: i colori di stagione sono suggestivi, e per creare macchie fiorite di lunga durata vengono in aiuto le piante stagionali, facilmente reperibili nei negozi di fiori, bancarelle, garden center e supermercati. Costano poco e si coltivano bene anche in composizioni miste: ciclamini, eriche, veroniche, crisantemi, cavoli ornamentali, piantine da bacca come solanum e ardisia e piccole conifere sono solo alcuni degli ingredienti per creare scene da ammirare tra ottobre e dicembre.

Piante facili e durevoli
Le piante stagionali autunnali sono resistenti se vengono rispettate alcune regole indispensabili: vivono bene all’aperto, in ombra se il sole è ancora forte, e al riparo dalle brinate e dalla pioggia. La composizione in gruppi misti è resa possibile dal fatto che il loro sviluppo radicale è lento e modesto; le piante destinate a durare nel tempo, come le mini-conifere, potranno essere poi rinvasate in primavera in contenitori più grandi.

I generosi crisantemi
Disponibili in tanti colori, a fiore semplice o doppio, e in dimensioni diverse, i crisantemi vanno acquistati con molti boccioli ancora ben chiusi. Non devono risentire di aridità del terreno ma va anche evitato il terriccio costantemente fradicio. Un rinvaso dopo l’acquisto con Gesal Terriccio per gerani e piante fiorite è consigliabile per fornire buon terriccio fertile che manterrà la fioritura a lungo. I fiori appassiti vanno recisi: ciò favorisce l’apertura dei boccioli.

Eriche, qualche consiglio utile
Le eriche vanno rinvasate con Gesal terriccio per acidofile e conservate in piena luce, meglio se non al sole; in casa durano pochi giorni ma all’aperto possono restare belle per settimane. L’ideale è innaffiare con acqua piovana; quella del rubinetto va lasciata decantare dell’innaffiatoio per 24-28 ore per ridurre, per quanto possibile, la presenza di calcare che tenderà a depositarsi sul fondo dell’innaffiatoio. Non richiedono concime in autunno; se sopravvivono all’inverno, in primavera andranno concimate con Gesal concime liquido per acidofile.

Ciclamini e viole del pensiero, in fiore per mesi
Al riparo dalla pioggia, i ciclamini a fiore piccolo sono una certezza: restano fioriti anche quando le temperature si abbassano e solo i geli intensi li fermeranno. Le viole, invece, riescono anche a superare l’inverno. Per queste piante occorre in autunno una concimazione con Gesal concime liquido universale ogni 20 giorni circa, per favorire la formazione di nuovi boccioli.

Cavoli ornamentali, ideali per l’inverno
Anche sotto la neve i cavoli ornamentali non perdono il loro fascino. Sono disponibili con foglie colorate in tante sfumature diverse e sono ideali per le composizioni con altre piante. Se superano l’inverno, cosa non difficile, in primavera formeranno una bella fioritura gialla, prima di concludere il loro ciclo vitale.

Il consiglio degli esperti GESAL

• Completate le fioriere con sempreverdi come la veronica dai bei fiorellini lilla, da rinvasare utilizzando Gesal terriccio per acidofile.
• In ciotole e vasi si ottengono bei risultati affiancando alle piante da fiore stagionali le miniconifere o le piantine di edera, che apprezzano l’impiego di Gesal terriccio universale da conservare sempre leggermente umido, mai fradicio a lungo.
• Avete scelto una camelia autunnale (Sasanqua) per decorare balconi e giardini? Concimatela in autunno ogni 20 giorni con Gesal concime idrosolubile acidofile; sospendete le concimazioni nel periodo di freddo intenso e riprendetele a fine inverno.

Per ogni dubbio o quesito, Gesal può aiutarti: consulta ora i nostri esperti!

Lascia il tuo commento