L’orto per bambini

La cura dell’orto è fonte di grande soddisfazione per i bambini, che potranno veder crescere, raccogliere e consumare i risultati del loro lavoro. L’orto per bambini è un mondo affascinante e ricco di sorprese: anche in una striscia di terreno in giardino o nei vasi su balconi e terrazzi, è davvero facile.

Per soddisfare l’interesse dei piccoli orticoltori dovrete aiutarli a scegliere specie e varietà che richiedono poco spazio, ossia poca terra a disposizione per allargare le radici, in modo da poter coltivare molte verdure diverse. Il controllo da parte degli adulti dovrà essere discreto e non invasivo: i bambini si sentiranno così più responsabili e motivati.
Coltivare ortaggi in vaso o in un pezzo di terra del giardino aiuta i piccoli a comprendere e rispettare i ritmi della natura e le sinergie che si creano con il mondo naturale, per esempio il ruolo delle api per impollinare i fiori dai quali si otterranno i pomodori…

Mini ortaggi in poco spazio
Praticamente di ogni tipo di ortaggio è possibile trovare almeno una varietà nana o poco ingombrante; alcuni, come i cavoli, richiedono un certo spazio, ma si può decidere di tenerne anche solo uno o due, per un piccolo ma divertente raccolto di foglie saporite.
La dimensione necessaria per un mini-orto in piena terra varia da un metro quadrato in su; in ogni caso le parcelle, ossia lo spazio destinato a ogni ortaggio, dovrebbero essere tali da consentire ai bambini di raggiungere gli ortaggi collocati al centro di ognuna.
Preparate il terreno creando delle parcelle leggermente sopraelevate rispetto ai sentieri. Oppure utilizzate vasche e cassette, meglio se profonde almeno 30-40 cm. Le lattughe da taglio crescono bene anche in vaso, producono in abbondanza foglie tenere e croccanti, di colore verde o rossastro. Il piccolo orticoltore potrà già cominciare a raccogliere dopo meno di un mese dalla semina, recidendole alla base, e rivegetano di continuo. In ciotole e cassette i bambini potranno coltivare facilmente i rapanelli (di crescita rapidissima), qualche pianta di fagiolino, tutti i tipi di pomodorini e peperoni o peperoncini, le melanzane (per esempio quelle a frutto bianco, curiose e belle) e tutte le erbe aromatiche di sviluppo veloce come il basilico, l’origano, la maggiorana e la salvia.
Ottime anche le fragole, che crescono in cassette profonde o in orci con le “tasche”, da posizionare in una zona che in estate non sia troppo soleggiata e calda.

Qualche consiglio utile
I piccoli orticoltori dovranno prendersi cura, con l’aiuto degli adulti, di concimare regolarmente le piantine, con prodotti come Gesal Concime granulare Multiuso oppure con il concime liquido Gesal Nutrimento con sangue di bue.
Invitate i bambini a controllare spesso l’orto in vaso per innaffiare quando la terra è quasi del tutto asciutta, cimare pomodori e peperoni (cioè togliere il germoglio apicale per favorire la fioritura) ed eliminare i getti laterali che nascono all’ascella dei rami principali (l’operazione si chiama “sfemminellatura”). Ogni giorno, in estate, i bambini potranno controllare quali ortaggi sono pronti per la raccolta e per il consumo: è un modo eccellente per abituarli al piacere di mangiare verdura fresca e per aiutarli a comprendere quanto lavoro occorre per ottenere il cibo che troviamo pronto al supermercato.

Per ogni dubbio o quesito, Gesal può aiutarti: consulta ora i nostri esperti!