BALCONE E TERRAZZO AUTUNNALE

Green Mag > BALCONE E TERRAZZO AUTUNNALE

Ciclamini

BALCONE E TERRAZZO AUTUNNALE

Mentre i fiori estivi vanno ad esaurirsi, prepariamo i vasi di piante autunnali cariche di colore e di allegria, per combattere la nostalgia della bella stagione e valorizzare il fascino dell’autunno.

Osserviamo i vasi estivi che lentamente si spengono di colori e di energia: un momento un po’ malinconico, un saluto alla bella stagione. Ma ci sono riserve di sorpresa e di vitalità nel periodo autunnale che si apre ora alla grande con una bella scelta di fiori e foglie.

Basta fare una visita a garden center, fiere e mercati per portare a casa, con pochi Euro, un assortimento di piante con fiori, foglie e bacche capaci di far tornare splendido il balcone e il giardino.

In terrazzo, un mondo di colori
Coltivare in vaso è piacevole e creativo in tutte le stagioni, ma in autunno i materiali sono tanti e tali da offrire il massimo, ancora di più che in primavera.

Le composizioni in contenitori sono importanti non solo in balcone e terrazzo, ma anche in giardino, in quanto possono essere facilmente spostate per colmare i vuoti lasciati dalla vegetazione estiva che ha terminato la sua fase di bellezza, e per catalizzare l’attenzione vicino a nuovi punti di interesse o intorno all’area in cui più facilmente vi sedete o passate ogni giorno. Inoltre, quando le temperature si faranno più rigide, le piante in vaso possono essere spostate per seguire il sole e collocate al riparo dalle prime brinate, rimanendo così belle fino all’inverno.

Un altro aspetto interessante è che le piante stagionali autunnali sono di lunga durata: in posizioni adatte rimangono decorative per molte settimane, alcune superano l’inverno, e in genere sono poco costose, il che consente di poterne comprare una certa quantità: per ottenere un effetto importante  è infatti consigliabile giocare sull’effetto e sulla diversità di forme e di colori.

Poche esigenze di cura
Le esigenze di base sono comuni: posizioni parzialmente protette dal sole fino a metà settembre, nel periodo in cui i raggi sono ancora brucianti, e poi in seguito ben soleggiate, per favorire la durata dei colori e dei fiori; terra leggera e drenata;  vasi, ciotole e cassette abbastanza profonde per evitare il rischio di rapida disidratazione; irrigazioni moderate e una dose di concime liquido, nell’acqua di innaffiatura, ogni 15 giorni.

Fiori facili e di lunga durata
Ciclamini, eriche, viole, aster (settembrini), girasoli e crisantemi assumono un aspetto diverso se vengono combinati con piccole conifere a foglia verde o aurea, con sempreverdi quali la veronica (Hebe) dalle spighe di fiori lilla, o con il Senecio cineraria le cui foglie pelose e argentate resistono bene al freddo, e naturalmente con i peperoncini coloratissimi e allegri. A differenza delle piantagioni estive in aiuola, si può scegliere di collocare le piante ravvicinate, dal momento che il loro sviluppo non è particolarmente vigoroso e non c’è il rischio di competizione per l’assorbimento di acqua.

Erica
Erica
Ciclamini
Ciclamini
Aster
Aster

Lo spettacolo delle bacche colorate
Non dimenticate le piante con bacche decorative: da settembre trovate in vendita piante come il solanum dalle sferiche bacche arancione, la pernettya con frutti rosa o rossi, la skimmia e l’ardisia con grappoli di bacche rosso brillante, l’incredibile callicarpa con bacche viola intenso, e tante altre, spesso durevoli per tutto l’inverno, possono accompagnare le composizioni di fiori insieme a pigne, melograni, meline rosse e verdi e altri materiali naturali suggeriti dalla vostra fantasia per trasformare la fine dell’estate in una festa di benvenuto all’autunno.

Skimmia
Skimmia
callicarpa
callicarpa
pernettya
pernettya

Per ogni dubbio o quesito, Gesal può aiutarti: consulta ora i nostri esperti!

Prodotti consigliati