Ciclamini: varietà, coltivazione, cura e significato

Ciclamino

Ciclamini: varietà, coltivazione, cura e significato

Scoprite tutto sui ciclamini inclusi tanti suggerimenti per godere della loro bella e vivace fioritura.

I ciclamini sono i fiori autunnali probabilmente più diffusi e apprezzati sia per la delicata bellezza delle varietà più comuni, sia per la disponibilità di specie dai petali dai colori e forme appariscenti.

Questi fiori sono, inoltre, molto resistenti e versatili, possono abbellire davanzali, balconi, giardini e anche spazi interni a patto di scegliere la varietà giusta.

Scoprite, allora, tutto sulla coltivazione dei ciclamini in vaso e in giardino inclusi tanti consigli pratici per risolvere i problemi più comuni che possono verificarsi.

Coltivazione del ciclamino in vaso o in giardino

I ciclamini sono un vero e proprio evergreen tra i fiori autunnali capaci di passare indenni alle mode del momento e valorizzare con la loro bellezza semplice e sofistica qualunque spazio.

Questi fiori regalano belle e lunghe fioriture e sono anche molto versatili in quanto possono essere coltivati sia in vaso che in terra, tenuti in casa o all’esterno e necessitano di poche cure.

Scoprite, allora, tutto sulla coltivazione del ciclamino in vaso o in giardino.

Come scegliere i ciclamini

In linea generale, i ciclamini di piccole e medie dimensioni vivono bene all’esterno mentre quelli più grandi, sono maggiormente delicati e devono essere posizionati all’interno in

un ambiente protetto come una veranda, un vano scale o in altri spazi freschi e luminosi.

Il consiglio in più è scegliere ciclamini con fiori insoliti, petali sfrangiati, semidoppi, arricciati come esemplari singoli mentre quelli più piccoli, con fiori monocolore o petali fiammati, si prestano anche per composizioni miste in ciotole o cestini.

Terreno

I ciclamini hanno bisogno di un terreno acido, ricco di sostanze nutritive e drenante

Se si desidera cimentarsi nella semina dei ciclamini o bisogna rinvasarli è necessario scegliere un terriccio per piante acidofile. 

Esposizione dei ciclamini

I ciclamini soffrono l’esposizione diretta al sole, quindi, l’ideale è posizionarli in zone fresche e ombreggiate.

Se si scelgono ciclamini da piantare in giardino il consiglio è posizionarli vicino a piante o cespugli che creino ombra e allo stesso tempo li riparino dal vento e dalle gelate invernali.

Nel caso si scelgano varietà di ciclamino da interno, l’ideale è posizionare i vasi in un ambiente luminoso e fresco con una temperatura compresa tra i 15 e i 17 °C e lontano da fonti di calore e dal sole diretto.

Annaffiatura dei ciclamini

In inverno durante la fioritura, il ciclamino deve essere innaffiato più frequentemente in genere ogni 2 o 3 giorni,.

Durante l’estate che coincide con la sua fase di riposo vegetativo è possibile diradare le annaffiature. Il terreno ideale del ciclamino non deve, comunque, mai essere troppo secco.

Concimazione dei ciclamini

La concimazione è fondamentale per garantire ai ciclamini le sostanze nutritive di cui hanno bisogno, soprattutto, se la coltivazione avviene in vaso.

Per essere sicuri che le piante abbiano sempre il nutrimento di cui necessitano è possibile scegliere delle fialette di integratore in gocce universale, che mantiene il suolo fertile per un periodo di circa 3 settimane. 

Nel caso la ciotola sia grande, si utilizzano due o più fialette in modo da garantire al terriccio una concimazione omogenea.

Malattie dei ciclamini

Il ciclamino è una pianta soggetta a malattie fungine e alla formazione di muffe che possono essere prevenute evitando ristagni idrici grazie ad annaffiature corrette.

Questa pianta può essere, inoltre, attaccata da acari e afidi pertanto è importante verificare regolarmente lo stato di foglie, gambo e fiori in modo da poter eventualmente intervenire subito per rimuoverli.

I principali problemi dei ciclamini

Proviamo a rispondere ad alcune delle domande che possono sorgere più frequentemente quando si ha un ciclamino.

Cosa fare se il ciclamino ha le foglie ingiallite?

Le foglie del ciclamino possono diventare gialle se la pianta è stata esposta alla luce diretta del sole o nel caso sia stata bagnata troppo. Bisogna capire l’origine del problema e agire di conseguenza: spostando il ciclamino oppure evitando annaffiature fino a che la terra non diventa secca.

Cosa fare se il ciclamino si affoscia?

Quando fiori e foglie si afflosciano significa che la pianta è stata posizionata in un ambiente troppo caldo o secco.

Il consiglio è annaffiare e cambiare subito esposizione.

Perché le foglie del ciclamino sono raggrinzite?

Le foglie raggrinzite sono uno dei più evidenti sintomi di infestazione da acari.

Per salvare il ciclamino è possibile cercare di rimuovere gli acari manualmente e poi utilizzare un antiparassitario.

Perchè le foglie del ciclamino sono macchiate di marrone?

Le chiazze marroni sulle foglie possono essere causate dalla muffa grigia, un fungo che attacca molte specie di piante.

Per risolvere il problema è necessario rimuovere tutte le foglie intaccate e poi spostare la pianta in una zona maggiormente luminosa sospendendo le annaffiature fino a che il terriccio non diventa secco.

Regalare un ciclamino, significato

Nel linguaggio dei fiori il ciclamino è sinonimo di rinascita e di energia, esprime i sentimenti della simpatia, dell’amicizia e dell’affetto.

Questo fiore è considerato l’omaggio ideale quando si vuole comunicare stima e apprezzamento per la perfezione di un risultato ottenuto.