Kentia

Kentia cura

Kentia

Il nome di questa palma deriva dal suo luogo di origine, le Isole Lord Howe, nel Pacifico. In appartamento può raggiungere una discreta altezza, dai tre ai quattro metri, mentre all’esterno, con clima e cure adeguati, può diventare una palma di grandi dimensioni. Si presta molto bene alla decorazione di ambienti spaziosi; per darle un po’ più di corpo, si piantano solitamente più esemplari in uno stesso contenitore. La kentia ha foglie verde scuro, tipo palma, che si sviluppano in segmenti a forma di ventaglio.

Messa a dimora

Il substrato deve essere molto umido. Si consiglia un terriccio specifico per piante verdi. Per completare la messa a dimora è possibile utilizzare anche corteccia e argilla.

Posizionamento

Per crescere rigogliosa abbisogna di luce intensa, ma non diretta: preferisce gli ambienti interni rispetto ad un’esposizione esterna. Può adattarsi a posizioni meno luminose, ma in questo caso, la sua crescita sarà più lenta e stentata.

Annaffiatura e Concimazione

È necessario assicurarle umidità sufficiente, con annaffiature frequenti ma poco abbondanti. Se la pianta è coltivata in vaso, sarà necessario innaffiare la pianta almeno due volte al giorno per avere il terreno continuamente umido. Nel periodo invernale, quando la kentia è in riposo vegetativo, le irrigazioni vanno ridotte a una o due volte ogni 7 giorni con circa 500g di acqua.

Se si desidera dare vigore alla pianta, concimare regolarmente, tranne che in inverno, con GESAL Concime liquido Piante Verdi, oppure GESAL Integratore in Gocce Universale, che assicura un nutrimento equilibrato fino a 15 giorni.

Malattie

Se colpita da attacco d’insetti, curare con un’ insetticida universale.
Sono prodotti fitosanitari da usare con precauzione. In fase d’acquisto verificare che il prodotto sia idoneo allo scopo, mentre prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto.

Prodotti consigliati