Come coltivare le erbe aromatiche in casa, balcone o giardino

Green Mag > Come coltivare le erbe aromatiche in casa, balcone o giardino

Come coltivare le erbe aromatiche in casa, balcone o giardino

Coltivare le erbe aromatiche, scoprite tutti i consigli per godere dei profumi e sapori di queste piante e anche della loro bellezza.

La domanda su come coltivare le erbe aromatiche è piuttosto frequente in quanto i profumi e sapori di queste piante rappresentano degli ottimi alleati per rendere più gustosa qualunque pietanza, dalla più semplice alla più raffinata.

La maggior parte di queste piante, inoltre, è facile da coltivare e decisamente ornamentale e di conseguenza perfetta per caratterizzare una cucina o qualunque spazio outdoor con un tocco di originalità.

Scoprite, allora, tutti i consigli e dritte su come coltivare le erbe aromatiche in casa, balcone e giardino.

Come coltivare le erbe aromatiche
La coltivazione delle erbe aromatiche più comuni è piuttosto semplice, infatti, queste piante richiedono poche cure in quanto sono capaci di adattarsi facilmente a qualunque clima e condizione.

Scoprite, allora, delle importanti linee guida su come coltivare le erbe aromatiche.

Quando piantare le erbe aromatiche
Le erbe aromatiche devono essere piantate in primavera tra marzo ed aprile ma se si vive in zone dalle temperature particolarmente miti è possibile piantare salvia, prezzemolo e timo anche in autunno.

Se si coltivano le piante aromatiche in casa è possibile piantarle con successo in qualunque stagione.

Terriccio per piante aromatiche
Il terriccio ideale per coltivare le erbe aromatiche deve essere calcareo, ghiaioso e drenante.

Eventuali ristagni d’acqua possono, infatti, danneggiare e far morire queste piante.

Concime per piante aromatiche
La concimazione delle piante aromatiche è necessaria per favorire lo sviluppo della pianta e la concentrazione di oli essenziali nelle sue foglie rendendole così più profumate.

Un terreno povero di elementi nutritivi, infatti, non solo incide negativamente sulla crescita della pianta ma anche sulle sue proprietà.

Quando si bagnano le erbe aromatiche
Tutte le erbe aromatiche possono soffrire per eccessive annaffiature.

Se si sceglie di piantarle in vaso è bene prediligere contenitori in terracotta che favoriscono una più celere asciugatura della terra.

Dove posizionare le erbe aromatiche
Le erbe aromatiche hanno bisogno di almeno 3 o 4 ore di sole e l’esposizione ottimale è a sud-est o a sud-ovest.

Bisogna, comunque, considerare che:

  • basilico, timo e maggiorana amano il pieno sole
  • rosmarino, aneto, salvia e dragoncello prediligono la mezz’ombra
  • erba cipollina, menta e prezzemolo preferiscono l’ombra

Distanza tra erbe aromatiche
Quando si piantano le erbe aromatiche la distanza da tenere tra una pianta e l’altra è di circa 30 cm.

Quali erbe aromatiche possono stare vicine
Se si desidera creare un angolo profumato o anche solo ottimizzare lo spazio a disposizione è possibile coltivare più erbe aromatiche nello stesso vaso a patto però di scegliere piante che presentino le stesse esigenze.

Tra gli abbinamenti consigliati vi sono:

  • Timo e maggiorana oppure timo e salvia, in quanto queste erbe si ricoprono di foglie in primavera, amano il pieno sole e soffrono il freddo intenso, quindi nei mesi invernali vanno coperte con un telo in TNT o posizionate in un luogo riparato.
  • Aneto e erba cipollina, hanno bisogno di un’esposizione a mezz’ombra e di annaffiature costanti
  • Basilico e prezzemolo, necessitano di annaffiature intense e vanno messe al riparo durante i mesi più freddi.

È bene coltivare sempre separatamente:

  • rosmarino, in quanto può raggiungere notevoli dimensioni
  • menta per via delle sue radici che tendono a espandersi molto.

Dove coltivare le erbe aromatiche
Le erbe aromatiche sono piante molto versatili e resistenti e possono essere coltivate in casa, sul balcone o in giardino a seconda dello spazio a disposizione e delle proprie esigenze.

Coltivare le erbe aromatiche in casa
È possibile coltivare con successo le erbe aromatiche in cucina e anzi questa scelta può rivelarsi particolarmente felice sia per la comodità di averle sempre a portata di mano nel momento del bisogno, sia per creare uno scenografico angolo verde.

In genere è consigliabile posizionare le erbe aromatiche vicino alla finestra o in una zona molto luminosa della cucina in modo da garantire una buona quantità di luce giornaliera.

Da ricordare che la coltivazione delle erbe aromatiche in casa rende necessaria una costante annaffiatura anche durante l’inverno.

Coltivare le erbe aromatiche in balcone
La coltivazione di erbe aromatiche in balcone può rivelarsi una scelta perfetta non solo per creare un angolo profumato e caratteristico dove godersi un po’ di relax ma anche per proteggersi dagli insetti.

Rosmarino, basilico e timo per il loro profumo intenso sono, infatti, delle efficaci piante antizanzara capaci di tenere alla lontana in maniera naturale questo fastidioso insetto.

Le piante aromatiche in balcone vanno piantate preferibilmente in vasi di terracotta, che tendono a surriscaldare meno le radici, da posizionare in zone molto luminose e allo stesso tempo riparate.

Le annaffiature non devono essere mai abbondanti ed è importante svuotare sempre i sottovasi dall’acqua in eccesso in quanto possono favorire il marciume radicale e diventare un luogo prediletto per la deposizione di uova da parte degli insetti.

Coltivare le erbe aromatiche in giardino
Le erbe aromatiche possono essere coltivate in giardino per aggiungere un tocco di stile inaspettato. Queste erbe, infatti, si prestano alla creazione di profumate e particolari aiuole che ben si adattano a qualunque tipo di giardino e di condizione climatica.

Fondamentali per la riuscita di questa iniziativa è scegliere un’area del giardino luminosa e riparata dal vento.

Se si ha poco spazio a disposizione è, anche, possibile sfruttare dei supporti verticali per far sviluppare le piantine principalmente in verticale.

Elenco delle aromatiche più usate in cucina
Tra le erbe aromatiche più usate in cucina ci sono:

  1. basilico, pianta che ha bisogno di molta luce e soffre temperature inferiori ai 20-25 gradi
  2. prezzemolo, erba che ama la mezz’ombra e ha bisogno di annaffiature giornaliere
  3. rosmarino, pianta molto longeva e che può raggiungere significative dimensioni diventando anche molto ornamentale
  4. salvia, pianta che deve essere bagnata con moderazione e solo quando il terreno è completamente asciutto
  5. maggiorana, arbusto che ama il sole e che teme le annaffiature troppo frequenti in quanto sopporta bene anche lunghi periodi di siccità
  6. origano, arbusto che ha bisogno di molto sole e che deve essere bagnata con parsimonia anche nei mesi più caldi
  7. menta, pianta che ben si adatta a qualunque clima e caratterizzata da una crescita veloce
  8. erba cipollina, pianta che ama l’ombra e che in primavera si ricopre di simpatici fiorellini violetti 
  9. timo, erba che deve essere esposta ai raggi diretti del sole e che soffre i ristagni d’acqua
  10.  aneto, erba che ha bisogno di una buona esposizione solare e soffre temperature inferiori ai 15 gradi.
Prodotti consigliati