Margherita

Coltivazione margherite

Margherita

È questa una pianta semiarbustiva, perenne, di circa settanta centimetri di altezza, che forma grossi cespugli. Le foglie sono decidue e dentate, di un verde di tonalità media. E’ molto apprezzata per le sue infiorescenze, principalmente bianche e gialle al centro, che compaiono da primavera ad autunno, di grandi dimensioni e molto peduncolate, isolate. E’ una pianta da vaso molto decorativa, oltre che apprezzata per i suoi fiori che, recisi, si conservano molto bene.

Messa a dimora

Il substrato ideale per questa pianta è un terriccio specifico per piante fiorite, che la aiuterà ad avere una fioritura bella, sana e abbondante.

Posizionamento

Collocare la pianta in vasi profondi. Vogliono una posizione soleggiata, ai raggi diretti o in mezz’ombra leggera (almeno 6 ore di sole al giorno). Piante tolleranti, preferiscono un clima mite o temperato: temono il gelo (non sopravvivono sotto i -6 °C) e i venti forti.

Annaffiatura e Concimazione

Le margherite devono essere annaffiate con regolarità durante tutto il ciclo vegetativo, da marzo a ottobre, anche quotidianamente nei mesi caldi e in vaso, mentre a partire dall’autunno si diraderanno le innaffiature, aspettando che il substrato si sia asciugato prima di innaffiare nuovamente. Annaffiare con moderazione durante la stagione calda. Concimando con GESAL Concime liquido Gerani e Piante Fiorite, si favorirà la crescita della pianta rinvigorendo le foglie e stimolando una fioritura dai colori intensi.

Malattie

Se colpita da attacco d’insetti, curare con un’ insetticida Universale.
Sono prodotti fitosanitari da usare con precauzione. In fase d’acquisto verificare che il prodotto sia idoneo allo scopo, mentre prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto.

Prodotti consigliati