Sanseveria

Sanseveria

Sanseveria

Questa pianta, appartenente alla famiglia delle Liliacee, è molto resistente e ha fama di essere indistruttibile. La varietà laurentii è la più conosciuta. Ha foglie carnose ed erette, a forma di spada, che possono raggiungere un metro di altezza, verde scuro con strisce orizzontali e margini gialli. Originaria dell’Africa occidentale, la sansevieria ben si adatta ad interni in stile moderno.

Messa a dimora

Non è una pianta molto esigente in termini di substrato. Per completare la messa a dimora è possibile utilizzare anche corteccia e argilla.

Posizionamento

È una tipica pianta d’appartamento: sopporta benissimo il caldo, anche oltre i 30°C, e al contrario deperisce sotto i 10°C.  È importante scegliere una posizione luminosa non esposta direttamente ai raggi solari. Cresce anche in mezz’ombra ma tende a perdere le striature. Pur tollerando ambienti scarsamente luminosi, in penombra, cresce meglio con una buona esposizione alla luce, ma lontano da fonti dirette di calore.

Annaffiatura e Concimazione

Non ama gli eccessi d’acqua. In estate va annaffiata con moderazione, inumidendo il terriccio ogni 5-7 giorni, mentre in inverno ogni 2 settimane, avendo cura che non secchino le foglie. Non richiede spruzzature sul fogliame che non ama restare umido, ma ogni tanto è utile togliere la polvere. Si suggerisce l’utilizzo, soprattutto in primavera e autunno, di GESAL Concime liquido Universale.

Puliamo anche le sue foglie con un panno umido e rendiamole lucenti con GESAL Lucidante Fogliare.

Malattie

Se colpita da attacco d’insetti, curare con un’ insetticida Universale.
Sono prodotti fitosanitari da usare con precauzione. In fase d’acquisto verificare che il prodotto sia idoneo allo scopo, mentre prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto.

Prodotti consigliati