Pianta Dracena (interno ed esterno): cura e coltivazione

Green Mag > Scheda Pianta Dracena

Pianta Dracena (interno ed esterno): cura e coltivazione

Dracena, scoprite tutte le caratteristiche e specie di questa pianta e come prendervene cura.

La dracena è una pianta molto apprezzata e diffusa negli ambienti interni in quanto resistente e facile da curare.

Questa pianta presenta, inoltre, la peculiarità di essere in grado di purificare l’aria assorbendo le sostanze inquinanti, un motivo in più per sceglierla come “amica verde.”

Scoprite tutto sulla dracena, le specie e caratteristiche di questa pianta, i consigli per curarla e anche una panoramica dei principali problemi che potrete riscontrare nella sua coltivazione.

Le caratteristiche della Dracena

La dracena il cui nome botanico è dracaena è una pianta arbustiva e semi arbustiva sempreverde appartenente all’ordine delle Liliacee ed originaria delle zone calde e umide dell’Africa e dell’Asia.

Questa pianta d’appartamento di medie dimensioni presenta un tronco eretto dalla linea elegante ed è molto apprezzata per le sue lunghe foglie coriacee leggermente appuntite che possono assumere diverse sfumature di verde.

La dracena è una pianta robusta, che non necessita di particolari cure e ha il pregio di essere una pianta antismog che ripulisce l’aria di case e uffici.

I tipi di Dracena

Esistono all’incirca 40 tipi di dracena, alcuni più comuni e altri più rari, che si differenziano soprattutto per il colore delle foglie ma non per le esigenze di coltivazione che sono comuni a tutte le varietà di questa pianta.

Scoprite, allora, alcuni dei più diffusi e ornamentali tipi di dracena.

Dracaena fragrans massangeana

La dracaena fragrans massangeana conosciuta anche come tronchetto della felicità è probabilmente la varietà più diffusa e conosciuta.

Questa pianta si caratterizza per un tronco grosso e dritto e per foglie verdi con sfumature tendenti al giallo.

La dracaena fragrans massangeana ha bisogno di un’ottima esposizione ai raggi solari, per questo viene collocata molto spesso in prossimità di finestre e portefinestre.

Dracaena marginata

La dracena marginata è un’altra varietà molto comune e facile da riconoscere per le foglie lunghe e appuntite che presentano scenografiche striature.

La varietà Tricolor di questa pianta presenta foglie le cui sfumature virano, addirittura, dal verde al porpora.

Dracaena braunii 

La dracaena braunii è conosciuta nel mondo con il nome di Lucky Bamboo anche se non ha attinenza con la pianta di bambù.

Questa pianta spesso viene venduta con le radici in acqua ma cresce ancora meglio nel terreno e non deve essere esposta alla luce diretta del sole che può far ingiallire le sue lunghe foglie.

Dracaena draco 

La dracaena draco o Albero del drago è una pianta originaria delle isole Canarie.

Questa dracena per vivere e prosperare ha bisogno di un clima caldo e mite tutto l’anno, quindi, si addice a essere coltivata all’esterno solo se si vive in zone dove le temperature non scendono mai sotto i 10 °C gradi.

Come curare la dracena

La dracena è una delle piante d’appartamento più diffuse per la sua indubbia piacevolezza estetica e anche per la sua resistenza.

Questa pianta, infatti, si adatta perfettamente alle condizioni climatiche presenti negli ambienti domestici e necessita di poche e semplici cure.

Il terriccio della dracena

Il terriccio della dracena deve essere ben drenato e ricco di materiale organico.

Per completare la messa a dimora è possibile utilizzare anche corteccia molto efficace per mantenere costante l’umidità del terreno oltre che per aggiungere un ulteriore tocco decorativo.

Esposizione della dracena

La dracena ha bisogno di essere posizionata in un’area della casa dove può godere di una luce intensa ma non diretta.

È molto importante, inoltre, non esporla a correnti d’aria fredda.

Dracena, temperatura ideale

La dracena è una pianta esotica, quindi, sopporta molto bene le temperature alte ma non quelle inferiori ai 10 °C.

La sua temperatura ideale in casa è compresa tra i 18 °C e i 22 °C.

Annaffiatura della dracena

Il terriccio della dracena deve essere mantenuto sempre umido ma allo stesso tempo non bisogna effettuare annaffiature troppo abbondanti che potrebbero far marcire le radici.

L’ideale è procedere con moderate annaffiature solo quando il terreno appare del tutto asciutto. In linea di massima, comunque, questa pianta deve essere bagnata una volta alla settimana d’inverno e due volte alla settimana d’estate.

Il consiglio in più per mantenere la dracena sana e rigogliosa è posizionarla su sottovasi con biglie d’argilla immerse in uno strato d’acqua di pochi millilitri.

Concimazione della dracena

La dracena è una pianta che ha bisogno di essere concimata durante tutto l’arco dell’anno con un concime liquido per piante verdi.

In primavera ed in estate la concimazione deve avvenire con frequenza settimanale, mentre in inverno basta una concimazione al mese.

Per godere appieno della bellezza delle foglie della dracena è consigliabile, inoltre, utilizzare un lucidante fogliare che oltre che rendere il loro colore più brillante permette una migliore respirazione e traspirazione della superficie fogliare.

Potatura della dracena

La dracena non ha bisogno di essere sottoposta a operazioni di potatura ma è importante rimuovere con regolarità le foglie secche al fine di prevenire l’attacco di insetti e parassiti.

Parassiti e malattie della dracena

La dracena può essere soggetta all’attacco di parassiti e funghi e per prevenire queste criticità è necessario non solo utilizzare insetticidi ma seguire anche scrupolosamente le indicazioni riguardanti la sua cura.

I parassiti che possono colpire più facilmente la dracena sono afidi e cocciniglie che in genere si annidano alla base delle foglie vicino alla rosetta. Molto spesso questi attacchi sono causati dalla mancata nebulizzazione con acqua delle foglie e per salvare la pianta è necessario intervenire immediatamente eradicando ogni insetto.

Le malattie fungine, invece, si manifestano con maculature varie del fogliame e la loro causa principale è l’utilizzo di un terreno non sufficientemente drenante.

Problemi che possono affliggere la dracena

Scoprite una serie di problemi che possono colpire abbastanza frequentemente la dracena e le loro cause.

Dracena con punte secche

Le punte secche delle foglie di dracena possono indicare che non si è bagnata la pianta abbastanza.

Se questo problema si presenta solo su alcune foglie invece indica che queste hanno raggiunto la loro età massima di due anni e stanno per cadere.

Dracena con foglie afflosciate

Le foglie della dracena si possono afflosciare nel caso l’esposizione alla luce solare non sia ottimale, se la temperatura è troppo bassa oppure per eccessive annaffiature.

Dracena che perde foglie

La dracena può perdere le foglie se è stata bagnata troppo poco, se l’aria è troppo secca o se la temperatura in casa è molto alta.

Dracena, pianta che purifica l’aria

La dracena è compresa tra le piante da interni che hanno funzione anti smog: riesce a purificare l’aria delle stanze, rimuovendo alcuni agenti inquinanti rilasciati da oli, vernici e colle dei mobili e dalle emissioni delle auto (benzene, tricloroetilene e toluene). 

Tali sostanze vengono assorbite e immagazzinate nelle cellule delle foglie e non più rilasciate senza alcun danno per la pianta.

Per ogni dubbio o domanda, entra a far parte della nostra community e scrivici!

Prodotti consigliati