Fiori invernali, quali scegliere e come curarli

elleboro rosa di natale

Fiori invernali, quali scegliere e come curarli

Scoprite i fiori invernali più belli per regalarvi scenografiche fioriture durante i mesi più freddi.

I fiori invernali sul balcone o in giardino possono regalare grandissime soddisfazioni a chi ama le piante e desidera creare spazi outdoor accoglienti nonostante le temperature fredde.

Questi fiori sono, infatti, capaci di regalare un colpo d’occhio inaspettato proprio nel periodo in cui la maggior parte delle piante sono spoglie.

Scoprite, allora, quali sono i fiori invernali più belli, come coltivarli e prendervene cura per assicurarvi lunghe e scenografiche fioriture.

I 5 fiori invernali più belli

Scoprite i fiori invernali più belli da coltivare in vaso o in terra per regalarvi fioriture capaci di donare un tocco di colore e personalità a qualunque spazio outdoor.

  1. Camellia sasanqua

Tra i fiori invernali più belli vi è sicuramente la camellia sasanqua, una pianta sempreverde che dona fioriture molto scenografiche grazie ai suoi fiori coloratissimi.

La camellia sasanqua regala fiori bianchi, rosa o rossi di piccole dimensioni, le sue foglie sono di colore verde scuro e merlate e una delle sue particolarità è che può raggiungere un’altezza compresa tra i 2 e i 3 metri.


Questa varietà di camelia è decisamente robusta quindi la sua coltivazione può dare molte soddisfazioni anche a chi non è esperto nella cura dei fiori.

Molto importante per vederla crescere e fiorire rigogliosa è garantirle un terreno acido e sempre umido.

  1. Elleboro

L’elleboro è una pianta erbacea molto popolare in Inghilterra dove viene chiamata anche Rosa di Natale.

Questa pianta regala meravigliose foglie coriacee di colore verde intenso e fiori le cui tonalità possono spaziare dal bianco al rosa al porpora.

L’elleboro è una pianta robusta e semplice da coltivare che riesce a sopportare bene le temperature anche più rigide e può essere esposta sia all’ombra che in pieno sole. L’unica vera minaccia che può compromettere la sua crescita e fioritura è rappresentata da climi e terreni troppo secchi.

  1. Calicanto

Un altro fiore invernale è il calicanto, un arbusto rustico originario della Cina che piantato nel terreno può creare cespugli molto folti dall’altezza compresa tra i 3 e i 4 metri.

Nei mesi di febbraio e marzo, nonostante i rami del calicanto sembrino secchi per il loro colore marrone, si riempiono di delicati e profumatissimi fiori bianchi o gialli di piccole dimensioni.

Il calicanto predilige un’esposizione non troppo soleggiata e può sopportare temperature fino a 20 gradi inferiori allo zero.

In primavera al termine della fioritura bisogna procedere con lo sfoltimento della pianta recidendo i rami troppo vicini tra loro.

  1. Bucaneve

Un altro meraviglioso fiore invernale è il bucaneve una piccola pianta bulbosa perenne perfetta per abbellire le bordure.

Il bucaneve sboccia dopo le ultime gelate e per godere della sua fioritura è necessario piantare i bulbi in autunno. Il consiglio è procedere all’interramento di molti bulbi tutti vicini tra loro in modo da creare un effetto visivo decisamente scenografico.

Questo bulbo non ama il sole diretto e predilige un’esposizione poco luminosa, soprattutto, nelle regioni caratterizzate da un clima invernale mite.

In genere, il bucaneve non richiede annaffiature ammesso non si viva in zone dove l’inverno è poco piovoso o nevoso.

  1. Gelsomino di San Giuseppe

Il Gelsomino di San Giuseppe è un arbusto rampicante a foglie caduche originario della Cina capace di resistere molto bene alle temperature invernali più rigide.

Questa pianta è versatile e robusta e tra gennaio e febbraio regala spettacolari cascate di fiori gialli dalla forma di stella che però a differenza di quelli del gelsomino classico sono poco profumati.

Come prendersi cura dei fiori invernali

I fiori invernali non necessitano di particolari cure e per questo sono adatti a essere piantati e coltivati anche dai meno esperti.

È comunque sempre bene informarsi circa le specifiche necessità delle varie specie di fiori in modo da potersene prendere cura al meglio.

Terriccio dei fiori invernali

Le piante a fioritura invernale vanno subito rinvasate dopo l’acquisto, utilizzando un terriccio universale

Nel caso si proceda alla coltivazione dei fiori invernali in vaso è importante che sul fondo ci sia uno strato di biglie d’argilla con funzione drenante per evitare il rischio di ristagni d’acqua.

Un’altra accortezza che può rivelarsi utile è coprire il terreno con uno strato di pacciamatura che aiuti a preservarne l’umidità.

Esposizione dei fiori invernali

In genere, i fiori invernali hanno bisogno di molta luce è, quindi, preferibile prediligere esposizioni in pieno sole o al massimo a mezz’ombra.

Annaffiatura dei fiori invernali

Le annaffiature dei fiori invernali devono essere rade e scarse, l’importante è mantenere il terreno umido senza creare ristagni d’acqua che possono favorire il marciume radicale.

Nel caso si coltivino questi fiori in vaso è bene verificare che nel sottovaso non resti mai dell’acqua e se ciò accade bisogna svuotarli.

Concimazione dei fiori invernali

Al fine di favorire la fioritura dei fiori invernali è consigliabile procedere con la concimazione ogni 15 giorni con un concime liquido universale.